Home > Attualità > Giovedì è la Giornata della memoria delle vittime delle mafie: (...)

Giovedì è la Giornata della memoria delle vittime delle mafie: l’Amministrazione intitolerà il foyer del teatro Siani a Vincenzo Liguori.

martedì 19 marzo 2013, di La redazione


SAN GIORGIO A CREMANO. Giovedì 21 marzo, in occasione della diciottesima Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie, promossa da Libera, l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Mimmo Giorgiano intitolerà ufficialmente del foyer del teatro “Giancarlo Siani” del Centro Polifunzionale Giovanile di via Mazzini a Vincenzo Liguori, vittima innocente di camorra.
Inoltre, per tutta la giornata, i palazzi del Comune esporranno un lenzuolo bianco, come quello che viene posto pietosamente a coprire i corpi delle vittime delle mafie. Il lenzuolo sarà il simbolo dell’impegno della città nel contrasto alle mafie. L’Amministrazione invita tutti i cittadini ad esporre anch’essi un lenzuolo bianco ai balconi.
Alle 10, le celebrazioni inizieranno al Centro Polifunzionale con un dibattito tra gli studenti delle scuole superiori del territorio ed alcuni giornalisti da sempre impegnati a raccontare le vicende della criminalità organizzata. L’incontro, intitolato "Memoria e impegno: così si sconfigge la camorra” vedrà la presenza del presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli e dei cronisti del Fatto Quotidiano Arnaldo Capezzuto, del Mattino Giuliana Covella e del Corriere della Sera Amalia De Simone. Racconterà ai ragazzi la sua storia, Mary Liguori, giornalista del Mattino e figlia di Vincenzo, che, senza sapere della morte del padre, era stata inconsapevolmente inviata a San Giorgio dal giornale per verificare delle notizie riguardanti un duplice omicidio. Nel corso dell’evento, gli allievi dell’Itc Rocco Scotellaro presenteranno un loro progetto intitolato a Pio La Torre e subito dopo avverrà la scopertura della targa dedicata a Vincenzo Liguori, alla presenza della moglie, degli altri familiari, del sindaco Mimmo Giorgiano, dell’assessore alle Politiche Giovanili Michele Carbone e del questore di Napoli Luigi Merolla. L’intera cerimonia sarà seguita in diretta dai ragazzi di Radio Siani, che, dalle proprie frequenze sul web, irradia costantemente messaggi di legalità.

Alle 17.30, in piazza Massimo Troisi, personalità del mondo della cultura, della politica, delle forze dell’ordine, dell’associazionismo, giovani, cittadini, leggeranno i nomi delle vittime campane della camorra. L’iniziativa è organizzata da "Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie".

Vincenzo Liguori è l’unica vittima innocente di camorra uccisa a San Giorgio a Cremano. Il 13 gennaio 2011 Liguori, meccanico molto conosciuto in città, era nella sua officina a lavorare. All’improvviso, un killer fece fuoco contro un pregiudicato della zona ed un proiettile colpì l’incolpevole Liguori strappandolo alla vita, prima vittima innocente della criminalità nella storia di San Giorgio a Cremano. I funerali furono celebrati pochi giorni dopo dal presidente nazionale di Libera don Luigi Ciotti, con la presenza sull’altare di numerosi sindaci e gonfaloni di Comuni dell’area vesuviana.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.