Home > Attualità > Essere “accanto” alle donne delle periferie del paese, ecco l’iniziativa delle (...)

Essere “accanto” alle donne delle periferie del paese, ecco l’iniziativa delle Pari Opportunità per l’8 marzo

giovedì 6 marzo 2008, di Mina Spadaro


SANT’ANASTASIA. La Commissione Pari Opportunità per il prossimo 8 Marzo, in occasione del Centenario della Festa della Donna, ha organizzato un incontro-dibattito in periferia Romani, con una Santa Messa in suffragio delle vittime dei luoghi di lavoro. Le stesse vittime di 100 anni fa, il lontano 1908, quando, pochi giorni prima dell’otto marzo, appunto, a New York le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all’interno morirono arse dalle fiamme. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, da Rosa Luxemburg, proprio in ricordo della tragedia. Nata, quindi, come Giornata Internazionale della Donna, successivamente assunse, però, la moderna terminologia di Festa della Donna. “L’8 marzo è sempre più un giorno di celebrazione per le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed è una festività internazionale celebrata in diversi paesi del mondo occidentale. Nel corso degli anni – dice la Presidente della Commissione Pari Opportunità, Francesca Beneduce - sebbene non si manchi di festeggiare questa data, in massima parte è andato perduto il vero significato della festa della donna. La grande maggioranza delle donne, in verità, approfitta di questa giornata per uscire con le amiche, per concedersi una serata diversa, magari all’insegna della "trasgressione", che spesso assume la forma di uno spettacolo di spogliarello maschile, riproponendo per una volta i ruoli invertiti”. “Obiettivo della Commissione Pari Opportunità – continua Beneduce – è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica a riappropriarsi del valore e del reale senso di tale festività che a tutti gli effetti è una rievocazione di un fatto luttuoso”. Evento luttuoso del resto molto attuale, dato l’elevato numero di morti sul lavoro degli ultimi tempi e in suffragio dei quali la Commissione ha deciso di far celebrare una Messa. La cittadinanza, le organizzazioni, i partiti politici, i sindacati, le associazioni di categoria e di volontariato presenti sul territorio anastasiano sono invitate alle ore 17,00 presso la Chiesa di San Francesco D’Assisi sita in Via Romani. Non a caso la chiesa scelta per la celebrazione eucaristica è situata in periferia: in questo modo è espresso l’intento di voler essere quanto più possibile vicini alle periferie troppo a lungo lasciate in disparte.

Messaggi

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.