Home > Politica > Somma Vesuviana, prende corpo la lista del M5S per le prossime (...)

Somma Vesuviana, prende corpo la lista del M5S per le prossime amministrative. Ecco i primi nomi

giovedì 21 marzo 2013, di La redazione


Proseguono le riunioni del Movimento5Stelle di Somma Vesuviana in vista delle prossime amministrative. Tra le cose emerse ieri, nel corso di un incontro che è possibile visionare sui video postati dal gruppo al seguente link, c’è anche una prima lista di nomi che dovrebbe gareggiare alle prossime comunale. La lista non è’ completa, anche perché continuano le adesioni al movimento, e manca ancora il candidato sindaco da presentare per la prossima corsa alla poltrona più importante di Palazzo Torino.
Di seguito i primi nomi:

1 Giuseppe Cimitile

2 Giovanni Rea

3 Letiazia Biasi

4 Angela Polise

5 Ferdinando De Falco

6 Emilia Capasso

7 Giuseppe D’Avino

8 Giovanni Bruscino

9 Vincenzo D’Alessio

10 Gennaro Scarpa

11 Giovanni Schiavo

12 Marina D’Alessandro

13Alfredo Borsa

14 Michele D’Atri

15 Antonio Di Sarno

Messaggi

  • L’articolo "intermittente" (questo): compare, scompare e ricompare.
    Con o senza firma... non ci interessa!
    Il problema è un altro : la commistione politica/informazione, deleteria in generale non di meno in un comune come Somma Vesuviana!
    Un direttore di qualsiasi testata se si candida dovrebbe avere l’onestà intellettuale (almeno quella) di lasciare il proprio posto affidandone l’incarico pro-tempore ad altri.
    R.

  • Lei è uno in cattiva fede, due male informato. Io non sono candidata e qualora dovessi decidere di farlo sarò io stessa a prendermi un periodo "sabbatico", ma sappia che non potrò lasciare la direzione perchè questo comporta problemi burocratici infiniti. L’articolo è ricomparso quando la notizia era ufficiale, prima di allora non era opportuna. Ripeto a lei ciò che ripeto da tempo, se l’informazione del giornale che dirigo non le piace eviti di leggerci e vada altrove, ne guadagneremmo soprattutto noi. Grazie

  • Anche se in fase embrionale il M5S è nato.
    Per farlo crescere devono pensarci i cittadini.

  • In risposta al direttore:
    tengo a precisare che nessuno Le disconosce il merito di aver dato vita a questa "creatura" che è laprovinciaonline, tanto premesso Le dico che il commento finale:
    <>
    (concetto già usato non più di una settimana fa in risposta a qualche altro commento/lettore, si vede che la cantilena se l’è imparata bene) è alquanto imbarazzante se detto da un direttore! Le spiego il perchè: 1) RISPETTO per il lettore, che deve/dovrebbe essere visto come risorsa sia dal piano umano (con i suoi contributi = commenti agli articoli) e sia dal punto di vista meramente economico, con i nostri clic col cavolo che questo giornale andrebbe avanti!!!
    2) RISPETTO per i Suoi collaboratori, per chi in questo giornale ci lavora a parte lei e per tutti quelli che hanno cacciato soldi con l’acquisto delle inserzioni pubblicitarie.
    Quindi augurarsi il "migrare verso altri lidi" di me e di altri lettori che non sono sulla sua onda di pensiero o semplicemente contestano alcune sue uscite è un invito ridicolo!
    Per il resto: non sono stato di certo io ad esternare su FB certi pensieri su eventuali discese/ascese (alla Monti) in politica.
    Per quanto riguarda l’articolo non penso che nella Sua testata ci sia anarchia totale e che quindi un semplice pezzo sia uscito senza la Sua approvazione, se ciò fosse accaduto allora significa che il suo valore aggiunto in questo sito è quasi nullo oppure totale fiducia ai suoi collabratori.
    Ho criticato "il dopo", la farsa nata anche su fb, sulla firma non firma dell’autore cosa che non sarebbe successa se non avesse avuto interessi politici, me lo faccia dire!
    Dal mio punto di vista è stata un’anticipazione di una riunione PUBBLICA che ,in pieno spirito grillino, dovrebbe essere trasparente a cui sia gli appartenenti del movimento che soprattutto Lei non possono inalberarsi su fughe di notizie varie. Non c’è bispogno di aspettare nessuna "ufficialità" (come da Lei invocata.
    Ciò di fatto.. l’unica triste notizia è che a godere di tutto ciò è solo e soltanto un’unica persona con tutta la sua pletora che ora è al potere così come molto probabilmente anche a fine maggio.
    Mi stia bene e un pò più di umiltà!
    Buona giornata e buon lavoro
    R.

  • Io non dovrei neanche rispondere ad un uomo (?) che non ha il coraggio di firmarsi. Lei con il suo pseudonimo di Riccardo Punzo nato nel 1980, neanche esiste. E soprattutto non esiste tra i miei contatti su Facebook. Non ho fatto proclami, “non scendo e non salgo” in politica. Se mi avesse letto bene lo saprebbe, ma lei legge senza applicarsi (è un pessimo scolaro e viene mal imbeccato).
    L’ho invitata a migrare altrove perché visti i suoi interventi non è nè utile né propositivo. Il giornale che dirigo, che ho creato e che tra mille sacrifici va avanti da 6 anni grazie all’aiuto prezioso dei miei collaboratori non “campa” come lei dice, dei suoi click. Da google guadagniamo poco più di un caffè al mese. Vive del sacrificio economico di ognuno di noi. Per il numero di lettori ha ragione, quelli si sono da sempre in costante aumento, e lo sono perché noi raccontiamo quello che gli altri non dicono e, mi permetta la modestia, perché io sono il direttore che ha deciso le linee guida.
    I miei lettori hanno il massimo rispetto tutti i giorni, con me sono liberi di leggere quello che altrove gli viene negato, così come i miei collaboratori spesso messi in un angolo da grandi quotidiani perché la politica “impone e dispone”. Quindi non sta a lei difenderli. I nostri inserzionisti, pochi avrà notato, sono persone coraggiose che hanno scelto di difendere la libertà di informazione, quindi anche in questo caso non sarà lei con il suo fango a sporcare la nostra immagine.
    Le ripeto, io di lettori falsi, cattivi, ma soprattutto finti non ho bisogno. Mi creda migri altrove, magari troverà un direttore più “morbido” pronta ad assecondare i suoi squilibri mentali.
    Quando all’anarchia, non regna. Nella mia redazione regna la libertà e quella di ieri è stato solo un errore di valutazione, risolto nel giro di un paio d’ore. Le ripeto, io nei miei collaboratori ho la massimo fiducia, ma loro lo sanno non dovrei neanche stare qui a ripeterlo per far contento il suo spropositato ego.
    In quanto alla richiesta a me di essere umile, guardi non ne ho bisogno forse non mi conosce bene o forse le è comodo pensare così. Io sono vera, lei resta un triste pseudonimo spaventato che ha bisogno del web per fare la voce grossa perché guardandomi negli occhi indietreggerebbe invece di parlare.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.