Home > Politica > Pollena. Elezioni: SEL propone le primarie di coalizione. Appoggerà (...)

Il presidente di SEL: “I democratici capiscano che si tratta dell’unico strumento per fare interesse del paese”

Pollena. Elezioni: SEL propone le primarie di coalizione. Appoggerà Busiello.

Il presidente di SEL: “I democratici capiscano che si tratta dell’unico strumento per fare interesse del paese”

sabato 23 marzo 2013, di Gennaro Addato


Pollena Trocchia. Primarie subito per ricompattare il fronte del centrosinistra. A chiederlo stavolta è l’asse ormai consolidato tra SEL e Rifondazione comunista. La stessa proposta si era levata senza fortuna oltre tre mesi fa da Andrea Sannino, il coordinatore di uno spaccatissimo Partito Democratico (che ha proprio in questi giorni rassegnato le dimissioni perché contrario a sostenere la candidatura del consigliere comunale Aldo Maione).
Come mai sono tornate sul tavolo di discussione? “Sarebbe da pazzi non tenere conto dei risultati di queste elezioni politiche – ha dichiarato Roberto Braibanti (nella foto), presidente della locale sezione di SEL – E’ ormai evidente che anche l’elettorato di Pollena Trocchia è trasversale e chiede una discontinuità con il passato e nessuna delle forze politiche alternative a questa amministrazione può non cogliere questo dato”. È per questo motivo, ha spiegato, che i due partiti propongono primarie aperte a tutte le forze politiche, ai movimenti e alle associazioni che non si riconoscono nel centrodestra del sindaco Pinto e, come si legge nel loro manifesto-appello, “nella sua manifesta incapacità di trovare soluzioni ai problemi atavici di Pollena Trocchia”. L’obiettivo: dare ai cittadini la possibilità di individuare e votare tra i candidati il loro futuro sindaco “spazzando via tutte le trattative partitiche ormai troppo lontane da quello che serve a questo paese”.
“Confido in un’ampia partecipazione a queste elezioni primarie – ha proseguito Braibanti – Non escludiamo davvero nessun tipo di forza che vorrà proporre un candidato ma faccio appello in particolar modo al PD. Abbiamo affinità di intenti e di programma. Bisogna solo mettere da parte i personalismi e cominciare a ragionare insieme con la giusta dose di buonsenso. Sarei fortemente deluso se mostrassero disinteresse, vorrebbe dire che non hanno a cuore il bene del territorio”.
Sulla candidatura da esprimere nessun dubbio: “Non ci sono figure con un profilo politico maggiore di Giovanni Busiello (ex vice-sindaco nella giunta Maione ed oggi all’opposizione in consiglio comunale ndr), attualmente è l’unico candidato che può realisticamente battere il sindaco uscente Francesco Pinto ed è per questo che SEL lo appoggerà. Ciò nonostante - ha concluso Braibanti – noi siamo pronti a metterci in discussione e a confrontarci con chiunque altro sul piano del consenso”.
Se si profilasse uno scontro Busiello-Maione dove va a finire il discorso sul tanto auspicato rinnovamento? “Ci saranno tantissimi volti nuovi a partire dalla giunta, che non dovrà essere composta da nessun personaggio appartenente alla vecchia politica ma dovrà invece tenere conto e valorizzare le diverse professionalità”.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.