Home > Politica > Nola, : Report consiglio comunale 28.03.2013 – “Delimitata la Zona (...)

Nola, : Report consiglio comunale 28.03.2013 – “Delimitata la Zona Rossa”

“Si tratta di un provvedimento imposto dall’alto – ha sottolineato il Sindaco Geremia Biancardi – che serve a tutelare le comunità comprese in queste zone di rischio, individuate attraverso criteri rigidamente scientifici.

giovedì 28 marzo 2013


Con 23 voti favorevoli e 4 astenuti il Consiglio Comunale approva la delibera che fissa i limiti della Zona Rossa per il rischio Vesuvio, una deliberazione, come ha spiegato il Sindaco Geremia Biancardi, frutto di una serie di incontri con gli enti sovracomunali, in particolare la Regione, durante i quali si è cercato con grande impegno di contemperare le esigenze di sviluppo con quelle di sicurezza.

Il punto da cui si partiva era la valutazione della Commissione Nazionale “Gravi rischi”, che ha fissato per il territorio di Nola il limite invalicabile del pericolo in caso di eruzione del Vesuvio in località Villa Alberini a Piazzolla. Da questo presupposto è stato concesso ai comuni di proporre limiti morfologici ben individuabili, entro il 31 marzo. La proposta, sottoposta al Consiglio Comunale, è quella che delimita la zona individuando il confine in Via XX Settembre.

“Si tratta di un provvedimento imposto dall’alto – ha sottolineato il Sindaco Geremia Biancardi – che serve a tutelare le comunità comprese in queste zone di rischio, individuate attraverso criteri rigidamente scientifici. In queste aree, che sono prevalentemente agricole, si potranno comunque costruire insediamenti produttivi ed avranno incentivi dal governo centrale per quanto concerne le vie di fuga e tutto quanto attiene alla sicurezza”.

Nel corso della seduta si è evidenziata la necessità di interventi compensativi sui territori compresi nella “Zona rossa”, ma anche di tutela per il resto della città.

“Appare chiaro – ha dichiarato il capogruppo della lista Democratici e Cristiani, Raffaele Casilli – che il territorio di Piazzolla va incontro ad un ulteriore sacrificio. Nel prossimo Puc sarà opportuno prevedere elementi di salvaguardia per gli equilibri del territorio”.

“Spalle al muro – ha dichiarato il capogruppo di Città Viva, Chiara Ruocco – voto a favore della delibera. In effetti il limite proposto non sappiamo se realmente rappresenta il reale margine di sicurezza. Poteva esserlo anche quello dell’A30. Quanto accadrà in caso di eruzione vulcanica nessuno lo sa, proprio per questo occorre che il margine sia quanto più alto possibile”.

Il Partito Democratico da parte sua ha presentato una mozione d’ordine, poi tramutata in emendamento alla delibera sottoposta al consiglio. Un documento in cui si chiede una disponibilità per interventi compensativi sul territorio di Piazzolla, in particolare quelli compresi nella “Zona rossa”. Tra le proposte, anche la riduzione dell’Imu e della Tarsu per queste aree. Il documento, però, è stato ritenuto non ammissibile perché non legato alla delibera al vaglio del Consiglio e perché necessita di un impegno di carattere economico da prevedere in bilancio.

“Il gruppo consiliare del Pdl – ha dichiarato a tal proposito il neo capogruppo del partito, Franco Nappi – voterà la deliberà così com’è giunta in consiglio. Siamo aperti e disponibili a discutere la proposta del Pd, sin dal prossimo consiglio comunale, magari apportando alla stessa anche il nostro contributo”.

Prima dell’inizio dei lavori, il gruppo del Pdl ha annunciato il cambio del capogruppo. Al posto del consigliere Michele Cutolo, subentra il consigliere Franco Nappi.

“Per me è un grande onore poter rappresentare il gruppo del Pdl in Consiglio Comunale – ha dichiarato Nappi –. Ringrazio il mio predecessore, Michele Cutolo, per il lavoro sin qui svolto. Il mio impegno sarà quello di continuare il proficuo confronto con tutti i gruppi consiliari, al fine di raggiungere ulteriori importanti risultanti in questa ultima parte della consiliatura. Annuncio, tra l’altro, le dimissioni da presidente della commissione Annona, visto che non ho mai creduto nella sovrapposizione dei ruoli. Naturalmente continuerò a presiedere la commissione fino a quando non sarà nominato il nuovo presidente”.

Per l’Ufficio Stampa

Antonio D’Ascoli

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.