Home > Appuntamenti > Anche il “Bambin Gesù” era dislessico? Diagnosi psichiatriche e problematiche (...)

Anche il “Bambin Gesù” era dislessico? Diagnosi psichiatriche e problematiche di bambini e adolescenti, a convegno l’associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani.

martedì 2 aprile 2013, di La redazione


POMPEI. Martedì scorso l’ospedale pediatrico Bambin Gesù ha inaugurato il nuovo dipartimento di neuropsichiatria infantile. Il dipartimento, si legge dalle dichiarazioni del direttore dell’unità operativa di neuropsichiatria infantile Stefano Vicari, dispone di otto posti letto di cui tre protetti per adolescenti e bambini con psicopatologia acuta, comprendente, posti per bambini e adolescenti con Adhd e Dsa (dislessia, disortografia, disgrafia, ecc).

Questa scelta ha suscitato grande perplessità nel mondo dei pedagogisti professionali, che in molte occasioni hanno sottolineato come un approccio sanitario alle problematiche dei bambini e degli adolescenti sia profondamente deleterio. Per i cosiddetti disturbi da iperattività e disattenzione, ad esempio, vengono utilizzati anfetaminici sui cui effetti benefici molti hanno avuto da ridire, mentre gli effetti collaterali sono certi.
“C’è da chiedersi - ha dichiarato il presidente nazionale dell’Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani Alessandro Prisciandaro - quali trattamenti prevedano di praticare gli psichiatri del Bambin Gesù di fronte a problematiche come i Dsa”. Prisciandaro ha inoltre rilevato come “nell’arrendersi all’offerta massiccia di sanitarizzazione, la scuola é stata colonizzata da istanze estranee alla sua missione educativa, avanguardie di un sistema che sempre più hanno tolto alla scuola le sue caratteristiche di scuola di tutti, a misura dei bambini”.

“A questo approccio che è fatto di diagnosi precoce di presunti disturbi – conclude Prisciandaro – contrapponiamo un approccio che ci ponga nell’ottica della soddisfazione precoce - dai tre ai sei anni - dei bisogni personali di pre-apprendimento della lettura, scrittura e calcolo rimasti insoddisfatti”.

Per dare voce a questi bisogni l’Associazione Pedagogisti ed Educatori Italiani sarà a convegno il prossimo 6 aprile a Pompei presso il centro educativo "Beata Vergine del Rosario" sul tema “Al centro la pedagogia. L’ottica dei disturbi e l’ottica dei bisogni”.

Per informazioni:
Gianvincenzo Nicodemo - 393.9589822
Gianvincenzo.nicodemo@gmail.com

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.