Home > Politica > Somma, la nipote del sindaco assunta al Comune

Somma, la nipote del sindaco assunta al Comune

venerdì 5 aprile 2013, di Gabriella Bellini


Il concorso completato a marzo diventa ora effettivo e la nipote del sindaco di Somma Vesuviana, Raffaele Allocca, viene assunta in municipio a tempo indeterminato. Una vittoria che aveva portato con se alcune polemiche che ora tornano a riaccendersi in piena campagna elettorale grazie alla determina N. 480 del 26 marzo scorso con cui si sancisce “l‘assunzione a tempo indeterminato - Allocca Emanuela - istruttore amministrativo”. A firmare l’atto il dirigente a capo della posizione Organizzativa N. 1 (Servizi Generali ed Organi Istituzionali Servizio) Vincenzo Mosca.
Nella determina si fa riferimento al concorso, e soprattutto al fatto che finora nessuno si sia opposto all’esito delle prove tanto che si sottolinea come “a tutt’oggi non sono state presentate eccezioni alla graduatoria stessa”. Graduatoria dalla quale risulta vincitrice proprio la 32enne nipote del sindaco che si è classificata prima nel “concorso pubblico per esami a tempo indeterminato di un posto di Istruttore Amministrativo categoria C”. E pertanto Mosca ne ha disposto l’assunzione a partire dal 1 aprile di quest’anno precisando che “l’onere conseguente alla copertura del posto vacante , per una spesa presunta annua di €. 21.783,02, comprensiva di € 5.965,60 per oneri riflessi e di €.1.851,56 per IRAP, è posto a carico dei competenti capitoli di spesa del personale anno 2013 e seguenti”. Si era detto che questa vittoria avrebbe poi aperto le porte alla nomina di nuovo comandante della polizia municipale alla bella e brava concorrente. Soprattutto tenendo conto che in contemporanea con l’esito del concorso si è anche dimesso Vincenzo Di Palma, scelto da Allocca per il ruolo di capo dei vigili urbani, e nominato maggiore. Poi qualcosa tra il sindaco e Di Palma si è incrinato e sono arrivate le dimissioni mai del tutto spiegate. Lavorare in municipio per la famiglia del sindaco è importante. Il nonno di Emanuela, padre del primo cittadino, era un vigile urbano molto amato in città, così come lo stesso zio della giovane vincitrice (e fratello sempre di Allocca) Domenico Allocca che fu comandante dei vigili urbani per moltissimi anni. Ma non solo, fino alla pensione era stato dirigente dell’ufficio Anagrafe anche un altro fratello del sindaco, Gennaro conosciuto da tutti come Emanuele. Il particolare curioso che ha destato perplessità, oltre al fatto che seppur nella legittimità della scelta si discuteva dell’opportunità del sindaco di far concorrere e vincere la propria nipote, anche la disparità di voti che la giovane Allocca ha avuto tra gli scritti e gli orali. Emanuela Allocca nella graduatoria dopo le due prove scritte aveva ottenuto un punteggio di media di 25,67, seconda ad un altro candidato che aveva raggiunto 26 di media. La situazione si è notevolmente capovolta agli orali. Dopo il colloquio, la giovane ha ottenuto 29 punti, chi la precedeva appena 21, questo le ha consentito di vincere il concorso. A questo va aggiunto che tra i componenti della commissione che ha giudicato così brillantemente la candidata c’è anche la moglie di un ex assessore della giunta Allocca. L’unica di cui è leggibile la firma sugli atti della commissione, che in questi anni (si è insediata nel 2011) è cambiata diverse volte, ad oggi ancora non è del tutto chiaro chi siano gli esperti che hanno esaminato i candidati scegliendo tra tutti Emanuela Allocca.
Gabriella Bellini
DA METROPOLIS DEL 5 APRILE

Messaggi

  • Somma vesuviana: Paese di merda!!!
    Santo subito al nostro AMATO Sindaco.
    E avete pure il coraggio di parlare?

  • La Dottoressa Allocca è laureata in "Beni Culturali" ed è dotata di immensa cultura.......................................
    ahahahahahaahahah.

  • Ho letto sul Mediano una intervista al neo candidato a Sindaco Auriemma:
    Al di là della solita demagogia che fa il centro sinistra, (nulla ovviamente contro Auriemma, ma: (meglio se continui a fare il medico) vorrei sapere concretamente: Ma questo centro sinistra a Somma Vesuviana esiste? o nasce solo quando dobbiamo votare? Sono anni che non si vede una opposizione, sono anni che nessuno ha avuto il coraggio di denunciare il mazzettaro (come definito dal consigliere Auriemma), allora di cosa stiamo parlando?
    La Camorra: come da definizione, è egemonia, controllo del territorio, omertà.ecc..Rientra tutta nei parametri del Nostro Sindaco e della sua maggioranza.
    Ma di fronte alla assunzione della nipote al comune di Somma Vesuviana,"evento non insolito" la domanda mi viene spontanea: di cosa Vogliamo parlare? quando l’opposizione ha le palle di denunciare.e quando l’opposizione avrà la forza di cacciare quello squallore che rappresenta il Comune del nostro paese insieme ad una maggioranza di venduti che fortunatamente noi Sommesi ed Inquirenti conosciamo bene.

  • Oggi giorno mi risulta alquanto difficile pensare ad un’intera commissione favoreggiante la signora Allocca, soprattutto perchè chiunque sa che i concorsi,(qualunque esso sia) sono diventati molto piu trasparenti e affidabili; per questo motivo non riesco a capire perchè tanto clamore, era un diritto della signora allocca partecipare ad un concorso e qualora l’avesse vinto è giusto che venga assunta. Se poi il clamore è che la nipote del sindaco è stata assunta al di la del fatto che quessta abbia meritato o meno avete fatto bene a scrivere l’articolo, ma se così non fosse sembra quasi un tentativo di voler insinuare un dubbio nelle persone; cosa che secondo me una giornalista seria e professionale come la signora Bellini non dovrebbe fare

  • Non capisco bene la faccenda. Qualche partecipante più meritevole della signorina ha fatto ricorso? Qualcuno ha denunciato la commissione? Qualcuno ha notato qualcosa di strano nello svolgimento delle prove? Se niente di tutto ciò, di che stiamo parlando? Se non vinceva lei, visto che si sono prensentati tanti sommesi, qualcuno si scandalizzava perchè aveva vinto il nipote di un consigliere, o di uno che si sta per candidare, o il cugino dell’assessore!

  • Guido, ma nell’ultimo ventennio sei forse stato in olanda o svezia? probabilmente non hai letto chi faceva parte della commissione;non credo possa affermare quello che hai scritto.

  • Secondo voi non è un vantaggio (per non dire altro) lavorare nello staff del sindaco(commissione nominata dal sindaco)e magari conoscere o lavorare fianco a fianco con chi ti deve esaminare?
    Questo è un dubbio che mi è venuto leggendo l’articolo e i commenti.

  • Che vergogna!!! Sommesi svegliatevi!!!! Non fate le file in piazza tanto i posti di lavoro x voi non ci sono neanche nella nettezza urbana!!! F.r.a.

  • Allocca stai sistemando tutta la tua famiglia a vita......tu saresti quello onesto?svegliateviiiiii!!!!!allocca e ora che vai a casa!!!

  • ma il "posto" lo doveva dare a voi??? e voi avreste rifiutato???? ipocriti

  • Caro Umberto non ho vissuto in Svezia nell’ultimo ventennio ho fatto molteplici concorsi a napoli a numero chiuso e a molti di essi sono stato vincitore, ad altri no, ma ho accettato che ci sono state persone piu brave di me.Ma la cosa che mi meraviglia è che seppur evidente che questo è un articolo "veicolato"dal colore politico della giornalista nessuno se ne rende conto,infatti quest’ultima per la seconda volta si presenta come candidata al consiglio comunale di Somma Vesuviana ne lla coalizione di sinistra, (la sig. Bellini è stata anche molto furba perchè avvantagiata dall’attuale metodo di voto, speriamo che i suoi amici mantengano le promesse a lei fatte). Non voglio comunque fare polemica il mio è stato un pensiero penso condivisibile, nel quale asserisco che ogni persona ha il diritto di partecipare ad un concorso pubblico al di la che sia parente o meno di un sindaco, magistrato, poliziotto,vigile ecc.. Secondo lei Umberto la sig. Allocca seppur meritevole non doveva vincere perchè era la nipote del sindaco??? sarebbe stato giusto? secondo me no.

  • Signor Guido, ammesso che sia il suo vero nome. Il mio lo è. Vedo che della mia vita privata è poco informato, non sono ancora candidata, mi è stato chiesto e sto valutando la proposta. Ma comunque. Io al suo contrario, non mi nascondo dietro ad un pc per esprimere un parere. Il mio volto è conosciuto, e ciò che scrivo lo dico anche dal "vivo". Come ho fatto all’ultimo consiglio comunale anche alla dottoressa Allocca da vicino. Non sono stata influenzata, come dice lei, dalla mia fede politica. Ho sempre perseguito la ricerca della verità come riferimento per i miei articoli. Lei invece nella vita, a parte vincere i concorsi (ma cos’è un gioco a quiz?) cosa fa? Nessuno mi ha fatto promesse elettorali, e nessuno vuole agevolarmi in alcuna cosa, in vita mia non mi è mai successo. Le è così difficile capire che è inopportuno che a vincere un concorso al Comune sia la nipote del sindaco che è stata esaminata da persone che la conoscono, perchè lavora in Comune da 7 anni, che vivono in soggezione dello zio, che l’unica componente della commissione alla quale siamo potuti risalire è la moglie di un ex assessore fedelissimo di Allocca, che la dottoressa era più "scarsa" agli scritti ed ha fatto un notevole salto in avanti all’orale? Che dei verbali di esame e della commissione, nonostante li abbiamo richiesti (e li abbiano chiesti consiglieri comunali) ad oggi non vi è traccia? Signor Guido forse lei nel giudicare si fa dettare dal cuore, o dalla politica, io solo da ciò che verifico.

  • Suppongo che lei non abbia mai vinto un concorso, qualora l’abbia mai sostenuto. Tengo a chiarire che non scrivo per sentimenti politici (come fa lei) ma per esporre un mio pensiero che va contro la filosofia del pregiudizio e del sospetto che le appartiene. Questo mio pensiero puo essere condiviso o meno, senza che si attacchi come fa lei. Comunque spero che vinca le elezioni cosi farà vedere a me e a tanti altri sommesi come si fa politica, o come si fa l’addetto stampa del comune, perchè se non ricordo male nelle precedenti amministrazioni, mi dica lei di che colore, lei fu l’addeto stampa del comune. Per caso ha sostenuto un esame pubblico per farlo? Suo caro futuro elettore Guido.

  • Signor Guido (sicuro sicuro che lei si chiami Guido?) lei è simpatico quanto avere un chihuahua che ti azzanna alle caviglie, ma le risponderò ugualmente. Non ho mai vinto un concorso....perchè non ho mai partecipato ad un concorso. Al contrario di quello che crede non scrivo per livore o fede politica, lo faccio per amore della verità. Mi chiede di quando ho fatto l’addetto stampa? Mi fornisce un assist favoloso per dimostrarle la mia coerenza. Dal luglio 2005 al luglio 2006, con l’amministrazione D’Avino. Allora il mio partito (quello di cui avevo una tessera in tasca) era fermamente all’opposizione di quell’esecutivo. Fui scelta dopo aver portato al sindaco il mio curriculum, come ho fatto con altri in questi anni, Allocca compreso. Sa il giornalista è come un avvocato, un ingegnere, un architetto, può lavorare anche su incarico per chiamata diretta. Così fu allora e (sorpresa delle sorprese) in quell’occasione a presentarmi un’interrogazione contro in consiglio comunale fu il Pd rappresentato in consiglio comunale da Gino Cimmino. Chieda se io all’epoca ho sbraitato, minacciato, fatto storie. Era loro diritto chiedere lumi sulla mia assunzione e quelle spiegazioni gli furono date dall’assessore competente in consiglio comunale. C’è altro che vuole sapere del mio passato? Mi spiace per lei, sono una persona trasparente, che ha un curriculum pubblico facilmente reperibile, che non si è venduta, non si vende anche se ha problemi e difficoltà. Se proprio intende votarmi lo faccia e senza dirmelo, di bugiardi e falsi nè incontro già abbastanza tutti i giorni per lavoro, lei sarebbe la goccia che fa traboccare il vaso.

  • Guido, la risposta a questo argomento ritengo se la sia data da solo.Parla di concorsi a Napoli; vincitore di concorsi,ammette la bravura degli altri,ma a somma dove tutti conoscono tutto e tutti, non può venirle un dubbio? quanti erano i concorrenti? perchè sebbene abbiano riportato un punteggio superiore agli scritti, guarda caso, si sono poi persi... agli orali?non sembra sia molto strano, io credo che agli concorrenti sia stato "vietato" di fare ricorso; lei che ne dice?

  • Sig Umberto premetto che mi fa molto piacere che lei abbia compreso che la mia non è una critica ma solamente un punto di vista, cosa che alla sig Bellini risulta di difficile comprensione... Tornando al nostro discorso condivido pienamente cio che lei ha appena scritto, infatti io credo che ci possano essere delle possibili raccomandazioni, ma NON ACCETTO CHE SI DIANO X SCONTATE QUEST’ULTIME, cosa che traspare dall’articolo. Lei è d’accordo con il mio pensiero? Spero proprio di si :)

  • Ma lei oltre a vincere centinaia di concorsi è anche un sensitivo? Il suo non è un punto di vista, è una mera critica all’articolo che lei può condividere oppure no, ed invece lei per denigrarlo (perchè non rispecchia ciò che lei vorrebbe vedervi scritto) non ha fatto altro che provare ad infangarmi per due giorni (senza riuscirvi). Non trapela nulla dall’articolo, gli articoli non servono a far trapelare, ma ad informare. Io resto ancora in attesa dei nomi dei componenti della commissione e dei verbali del colloquio, visto che lei sembra così ammanigliato con il potere locale non può darmi una mano in tal senso, così io mi tolgo ogni perplessità?

  • per non parlare poi,del connubio comune,tribunale,avvocati,carabinieri e polizia municipale,tutti a casa,avanti il GENIO CIVILE E LE CAMICIE VERDI!

  • Avanti Gabriella, non mollare e non posare mai il piccone. E mi auguro che accetterai la proposta di candidatura, il paese ha bisogno di donne in gamba come te.
    Un Tuo ammiratore

  • @Guido, credo che in alcune situazioni, a prevalere doveva essere la correttezza degli atti. Mi accorgo, che a distanza di tempo, da parte dell’amministrazione comunale non vi sia stata una apertura per dimostrare la correttezza nell’espletamento del concorso in esame: la pubblicità degli atti relativi. Senza nulla togliere alla bravura della candidata(che non conosco), c’è una cosa che comunque continua a lasciarmi perplesso: che nessun (nessuno) candidato,ad oggi, sebbene invitato a fornire la propria versione dei fatti, non si sia fatto avanti,quindi oggi più che mai, sono convinto che qualcosa in tutta questa storia non faccia chiudere bene il cerchio.Mi insospettiscono enormemente i motivi di questo silenzio da parte dei candidati?

  • Salve. Anche se i fatti sembrano portare tutti a facili sospetti (e legittimi)finché non vi saranno prove siamo sempre tutti innocenti. Questo non lo dico io ma la giurisdizione italiana. Però sappiamo tutti benissimo che, come a livello nazionale, così anche per piccoli comuni vi sono enormi interessi economici che muovono l’intera giostra. Basti pensare al perché, secondo voi, un candidato debba spendere così tanto denaro per una campagna elettorale, così tante energie profuse per un posto in un piccolo comune di poco più di 30 mila anime. E il problema sta in chi dovrebbe controllare che non lo fa come dovrebbe... Ognuno si alza la mattina col pensiero di vedere in che modo riuscire a fare soldi, potere a discapito di tutto e tutti. E finché non cambierà questa mentalità, che è propria non di Somma Vesuviana ma dell’Italia intera, allora non serve che ci si scanni su un sindaco piuttosto che un altro... Restano solo dei cognomi, vuoti.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.