Home > Politica > Primarie centrosinistra, vince Addato. Spallata al Pd con uno scarto di 55 (...)

Primarie centrosinistra, vince Addato. Spallata al Pd con uno scarto di 55 voti.

lunedì 15 aprile 2013, di Patrizia Panico


POLLENA TROCCHIA. Sarà Francesco Addato, lo sfidante per lo schieramento del centrosinistra, del sindaco uscente Francesco Pinto del Pdl alle prossime amministrative.

Questo è quanto hanno decretato i risultati delle primarie indette dalla coalizione di centrosinistra (Pd, Rc, Rivoluzione civile e Sel), supportata dai movimenti civici, “Il bene in comune”, “I love Pollena Trocchia” e il “Gruppo elettorale Luigi Priore”. Addato, proveniente dalla società civile, con 840 voti pari al 50, 81%, ha battuto Aldo Maione, il candidato prescelto dalla segreteria del Pd di Pollena Trocchia, che si è attestato al 47,59%, con 785 voti.

Grande affluenza a queste primarie, in un momento storico in cui era tutt’altro che scontata la presenza degli elettori: più di mille e 600 si sono presentati ai seggi, oltre il 16% sul totale degli elettori. Un risultato “entusiasmante”, secondo gli organizzatori, tenuto conto che le primarie sono state messe a punto subito dopo Pasqua.
Lo scrutinio nei due seggi si è fatto attendere, lunghe fila in attesa per votare tant’è che alla chiusura delle urne, alle 20, i responsabili hanno dovuto fare un elenco delle persone in attesa per garantire loro il voto. Lo spoglio ha confermato la tendenza emersa subito dopo la chiusura delle urne. Per Addato sono arrivate le congratulazioni dei rappresentanti della coalizione, poi i complimenti del candidato sconfitto.

Ora, per la new entry in politica si apre la campagna elettorale vera e propria: “Non ho interessi privati né di partito - dice Addato - mi farò garante dell’unità tra le forze politiche che mi hanno sostenuto e i cittadini liberi di questo paese. Vigilerò, inoltre, sull’attuazione di un punto molto preciso del nostro programma: il vincolo di candidatura a chi non ha mai amministrato il paese ricoprendo incarichi di governo. E’ arrivato il momento di un cambiamento reale”.

Poco più di un mese, il 26 e il 27 maggio prossimi, e a Pollena Trocchia i cittadini saranno chiamati di nuovo alle urne per decidere chi sarà il loro nuovo primo cittadino. Intanto, in vista di questo importante appuntamento elettorale, gli elettori, del centrosinistra e non solo, ieri sono stati chiamati a scegliersi il candidato a sindaco.

Una corsa a due in queste primarie ma comunque una corsa combattuta fino alla fine: i Democrat avevano puntato su Aldo Maione, 50enne avvocato penalista, già consigliere comunale e un lungo passato nella politica cittadina. A sfidare Maione, c’era Fancesco Addato: un cittadino proveniente dalla società civile fortemente voluto da una grossa fetta della coalizione ed in particolare dai gruppi civici. Addato, 53 anni, è un ingegnere civile del Comune di Napoli, alle sue spalle la politica ha fatto capolino “Solo qualche giorno fa”, dice lo stesso Addato.
In pratica è stato “scaraventato” in questa avventura politica per le primarie per tracciare un confine netto di cambiamento con la politica che c’è stata fino ad oggi nella cittadina vesuviana. “Io sono candidato a nome di una coalizione fatta di partiti e movimenti - ha dichiarato Addato dal suo profilo facebook - cittadini liberi che mi hanno sostenuto in nome dell’unione e del cambiamento rispetto alla vecchia politica con cui è stato amministrato il territorio: sono stato scelto a garanzia che coloro che hanno amministrato il paese si facciano da parte”.

Entrambi i candidati scelti dall’intera coalizione hanno puntato su due punti, l’unità e il cambiamento. Ma per questa competizione erano uno contro l’altro, sfidanti e ognuno di loro, con le proprie esperienze, ha inteso segnare la differenza. Ognuno di loro ha vinto nel proprio regno: nel seggio al corso Umberto (sede del Pd scelta con sorteggio), Maione è risultato il maggiore eletto con 413 voti sui 336 di Addato, ma nel seggio al parco Europa è stato Addato a stravincere con 504 voti sui 372 di Maione: uno scarto che non è stato possibile recuperare per il rappresentante del Pd.

Addato ha vinto ricevendo quindi l’investitura ufficiale di candidato sindaco del centrosinistra, la campagna elettorale dovrebbe costruirla con il supporto anche del candidato sconfitto. L’appoggio al vincitore delle primarie era infatti uno dei punti che i due candidati hanno sottoscritto quando hanno accettato la competizione.

di Patrizia Panico

Messaggi

  • Aldo Maione è il vero vincitore di queste elezioni primarie!!!Da solo contro tutti, o meglio, contro un’ alleanza fatta da "carne" e "pesce" (compresi tanti "vecchi" politicamente che da sempre hanno governato Pollena, saltando da uno schieramento all’altro con estrema facilità!!!!), piu’ il nipote dell’ex sindaco ed attuale vicesindaco di pollena(di centrodestra),direttore anche di un giornalino locale, piu’ giovanni busiello,nappo,tutto il sel, tutta rifondazione c., priore,piccolo brunella,rivoluzione civile,addato junior(giornalista,ex scrutatore alle scorse politiche,membro del forum giovanile,ecc. ecc.).
    Complimenti Aldo Maione, hai dimostrato che nel centrosinistra sei tu il perno principale!!!!ora non farti rifregare....

  • In democrazia vince chi ha più voti. Quando tante persone si coalizzano non commettono un’ingiustizia contro chi decide di rimanerne fuori ma dimostrano di essere in maggioranza. Ripeto, si chiama DEMOCRAZIA. Quando un uomo solo prende decisioni a nome di tutti in virtù della sua potenza (elettorale o di qualsiasi altro genere) è un’altra cosa...

  • Concordo sull’ottimo risultato di Aldo Maione. Il candidato del PD deve essere sodisfatto del risultato raggiunto, segno evidente dell’apprezzamento da parte dei concittadini. Ma il punto è un altro: perchè una buona fetta dell’elettorato del PD ha deciso di votare altrove? Invece della caccia al Falco (sport popolare in politica) sarebbe più utile un momento di riflessione all’interno del partito. Siamo certi, con tutto il rispetto per il consigliere, che l’avvocato Aldo Maione poteva incarnare la voglia di "nuovo che avanza" fortemente sentita dai cittadini? O piuttosto rappresenta, all’occhio dell’elettorato, l’espresione di una potente famiglia pollenese che da anni occupa gli scranni cittadini?

  • Personalmente credo che nella selezione del candidato sindaco non ci sono stati né vinti né vincitori.
    Sicuramente è stato esaltato il valore della democrazia e la partecipazione è stata sinonimo di condivisione.
    I cittadini, sollecitati a partecipare alle primarie, hanno scelto democraticamente il proprio candidato.
    Adesso credo che tutte le forze politiche, i movimenti e le associazioni debbano individuare e schierare, al fianco di FRANCESCO ADDATTO, i migliori candidati all’insegna del rinnovamento.
    Ricordo a tutti che l’avversario politico è PINTO, la sua cultura politica e la sua distanza dai bisogni reali dei cittadini.
    Giovanni Busiello
    P.S.
    Mi firmo perché non è mia abitudine nascondermi dietro l’anonimato per far conoscere le mie opinioni.

  • e invece cosa rappresenta addato se dietro la sua figura si nascondono i peggiori politici locali degli ultimi 20 anni???busiello non rappresenta una famiglia molto forte a pollena???onore come lo definisci?(ha cambiato 100 partiti!!!) e castiello???(a cercola con il pdl, a pollena contro il pdl poi insieme, ed ora ha appoggiato addato....) e nappo lo consideri nuovo???il nipote di scognamiglio lo consideri uno che non ha una forte famiglia a pollena???questa sarebbe la novità???il nuovo che avanza???guarda che tutti questi personaggi erano fuori ai seggi a fare propaganda per addato....poveri noi!!!!

  • Caro Eugenio, rinnovamento non è sinonimo di rottamazione. Che gli uomini di "partito" continuino ad appoggiare le scelte del proprio schieramemto politico, a me sembra un fatto normale. Non capisco il tuo stupore, o forse pensavi di togliere loro il diritto alla propaganda? Il vero rinnovamento lo deve IMPORRE l’elettorato di base con le proprie scelte, le proprrie idee....come diceva il signor G (Giorgio Gaber, da nn confondere con il compagno G Primo Greganti) con la PARTECIPAZIONE. Il futuro è nelle nostre mani e non possiamo lasciare che siano gli altri a scegliere per noi.

Un messaggio, un commento?

moderato a priori

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Chi sei?
I tuoi messaggi
  • Per creare dei paragrafi indipendenti, lasciare fra loro delle righe vuote.